Targa al merito a Nicolò Lorenzetti (5°B) ai Ludi Latini di Senigallia

Nicolò Lorenzetti, frequentante la classe 5°B, si è distinto con una targa al merito, per la sua presentazione in PowerPoint, alla 24°edizione dei Ludi Latini di Senigallia, conclusasi il 30 giugno 2020 e riservata a tutti gli studenti del quarto anno degli istituti liceali in cui si insegna latino.

Quest’ultimo certamen senigalliese, “gara gioiosa” di intelligenze e competenze,  è stato organizzato per la prima volta on line e in una veste del tutto insolita, a causa della pandemia Covid-19: invece della traduzione della consueta versione di latino, gli studenti sono stati chiamati a riflettere su una frase di Seneca ancora attuale, ancor più in questo periodo: “Ogni giorno, ogni ora ci mostra quanto siamo nulla e ci avverte, con qualche fatto nuovo, della nostra fragilità”.

La prova richiedeva ai concorrenti di partecipare scegliendo una delle seguenti modalità: elaborato scritto, prodotto multimediale, video movie.

Queste le motivazioni della giuria per l’assegnazione della targa al merito a Nicolò: “ il PowerPoint sottolinea quanto l’uomo sia piccolo rispetto alla Terra che lo ospita, a sua volta minuscola all’interno del Sistema Solare, altresì microscopico rispetto alla periferia della nostra Galassia. Questa, poi, è marginale rispetto all’Universo, di cui conosciamo ancora poco, nonostante gli enormi progressi della scienza. Tutto questo è la più evidente prova della nostra fragilità e piccolezza. Nelle varie slides ci sono riferimenti a: Leopardi, Il viandante sul mare di nebbia (di Caspar David Friedrich), Giovanni Boccaccio, Alessandro Manzoni, Nietzsche, fino al rapper romano Mezzosangue, che ha dedicato una canzone al “Nichilismo” (dall’album Soul of a Supertramp). Il rap, che ha un pubblico giovane, denuncia le ingiustizie e invoglia i ragazzi a documentarsi sui problemi dell’attuale società, anche quelli più scomodi e irriverenti, per formare un pensiero critico maturo e consapevole. Il lavoro è pienamente aderente. Numerose e valide sono le valutazioni particolari che risultano coerenti con la traccia assegnata. I riferimenti culturali sono originali e denotano conoscenze ampie”.

La premiazione sarebbe dovuta avvenire il 14 novembre, ma è stata purtroppo rinviata a quando l’incertezza della situazione epidemiologica migliorerà e lo permetterà.

A Nicolò Lorenzetti, in attesa della premiazione in presenza, che speriamo avvenga il prima possibile, i più vivi complimenti da parte del Dirigente Scolastico prof.ssa Fabiola Fabbri, della sua docente di lettere, Emanuela Graciotti e di tutto il liceo “Da Vinci”!